Sessions / Musica 90

Un logo che riprende le bobine dei vecchi nastri magnetici e un grande S fatta di quei cavi che tutti i musicisti conoscono sono i due elementi principali che compongono l’identità visiva per il primo di una serie di appuntamenti musicali con la forma dell’esperimento.

Attraverso quattro giornate di lavoro collettivo, intorno a un musicista internazionale (Julia Kent in questo caso) convergono le risorse creative di musicisti torinesi provenienti da ambiti differenti per la produzione di materiale originale, presentato dal vivo al termine del workshop. Le tre serate precedenti sono dedicate a live inediti che fanno capo ciascuna a uno dei tre musicisti invitati.

 

I commenti sono chiusi.