Creative Mornings Turin

A partire da giugno 2015 siamo diventati i referenti torinesi del network internazionale creativemornings.com, insieme a Milano, Roma e ora anche Palermo per l’Italia.

Il concept è semplice: colazione e breve talk un venerdì al mese. Ogni evento è gratuito e aperto a tutti: ogni mese un tema globale diverso, comune in quel mese per tutto il mondo. A parlare sono speaker che ci danno la loro interpretazione del tema, preferibilmente locali (con qualche eccezione straniera), per rispettare la mission di Creative Mornings: celebrare i talenti presenti in città e sviluppare le comunità creative offrendo uno spazio per promuovere il dialogo e le relazioni interne, fornendo occasioni per discutere del proprio lavoro tra persone con interessi simili. Il tutto in un’ottica di sostenibilità che renda fattibile lo sforzo di chi organizza, individua i propri coffee-and chat speaker e scova gli sponsor tecnici (la colazione e lo spazio in primis) a titolo gratuito.

Noi abbiamo aggiunto una variabile al format: ogni mese la talk avviene in una location differente, rivelata solo nell’ultima settimana, per far scoprire ai mattinieri torinesi spazi della propria città non così frequentemente accessibili, il più possibile in tema con l’argomento dell’evento: una motivazione in più per incentivarli a fare un gesto apparentemente inaffrontabile, svegliarsi presto presto per seguire una conferenza.

Ad oggi sono intervenuti l’astrofisico Emanuele Balboni per SERENDIPITY,  l’artista Alberto Condotta per BEYOND, l’interaction designer Giulia Tomasello per TABOO, l’imprenditore culturale Aurelio Balestra per MOMENTS, il medico legale Carlo Robino per MYSTERY,  l’artista Paolo Inverni per SOUND, il comic artist Francesco Mattina aka MATT per FANTASY, l’avvocato Carlo Blengino per TRANSPARENCY,  il sociologo Giuseppe Tibaldo per MAGIC, l’interaction designer Angelisa Scalera per BROKEN, la curatrice Zoe De Luca per REALITY, l’artista/fotografo Simone Santilli di The Cool Couple per RISK, Michele Guaschino, artigiano di effetti speciali per CHANGE, l’architetto Stefano Ragazzo di Orizzontale per  ETHICS, il direttore creativo e visual artist Federico Pepe per LANGUAGE, l’astrofisica Mariateresa Crosta per TIME, il giornalista/scrittore/negoziante di dischi Maurizio Blatto per WORK, il neurochirurgo Sergio Canavero per SHOCK, il musicista Miles Cooper Seaton degli Akron|Family per EMPATHY, l’interaction designer Jan-Christoph Zoels di Experientia per COLLABORATE, il ricercatore Luca Morena di Nextatlas per REVOLUTION e  il designer olandese Robert Paauwe per ROBOT.

Photo: Edoardo Piva

I commenti sono chiusi.