A pelle

A pelle è progetto artistico che lega i festival La Fabbrica delle Idee, Teatri di Confine e Il Sacro Attraverso l’Ordinario, da giugno a ottobre, a Torino e dintorni. Tre realtà che da anni operano sul territorio piemontese e che hanno deciso di fare sistema unendo le forze e la creatività per offrire al pubblico una proposta variegata e ricca di stimoli.

“A pelle: come ci siamo riconosciuti – sulla nostra pelle – vendere cara la pelle – pelle salvata dalla crisi – pelle perduta in guerra – pelle di ogni colore – la nostra pelle – la pelle degli altri – avere la pelle dura – non star più nella pelle – a pelle: mai così vicini”.

La pelle, concettualmente e visivamente, è un tema stimolante: facile però cadere nella provocazione, nella retorica, nell’ovvio. Abbiamo scelto un risvolto morbido, le pieghe del corpo, i segni che si creano avvicinando lembi di pelle in pose naturali. Un lavoro chiesto in prestito a  Andrey Salynsky, per diventare un monogramma organico, una A che  contiene il nome dell’evento in una distribuzione tipografica triangolare, su tre righe e con una E finale ribaltata che sottolinea la natura trina di A pelle.

I commenti sono chiusi.